29 GIUGNO GIORNATA MONDIALE DELLA SCLERODERMIA

Andavo avanti, un passo dopo l’altro, esplorando la vita….

Non ho contato i passi ma gli anni sono stati 25. Anni brevi ma belli finchè tu, mia eterna compagna, sei apparsa al mio fianco.

Mi sono fermata, ho guardato, ho pensato e non ho visto niente.

Spostato da me e in me.

Dopo colpi di scena ho capito che ti ho vinto e perso.

Ho smesso di esercitare la mia passione, di suonare e insegnare, di trasmettere la conoscenza della chitarra, che faceva parte di me

Ho vinto, invece, tutto quello che mi hai dato in questa nuova realtà. La gratitudine di fare da soli la cosa più elementare, una volta data per scontata…..

Quando perdi tutto la tua realtà cambia e il valore di ciò che puoi fare per te stesso è infatti tutto ciò di cui hai bisogno, con più o meno fatica…..

Mi sono persa, per non ritrovarmi, ma in assenza di ciò che ero una volta, mi sono ritrovata con te, la mia Sclerosi Sistemica.

Susana, 30 anni. Con Sclerosi Sistemica dall’età di 25 anni. Insegnante di chitarra classica che non pratico più da quando avevo 28 anni a causa di complicazioni dovute alla malattia.